Intervista – Fabio

Intervista per Fabio Sguazzotti, studente presso l’Accademia di Belle Arti.
Alcune domande e risposte come parte integrante della sua tesi in Computer Graphic.
Grazie Fabio!

1) Come è entrata in contatto con la grafica e per quanto riguarda la realizzazione di copertine per album musicali, cosa la affascina di più?
Ho frequentato l’Accademia di Belle Arti e nel 1998 iniziai ad interessarmi di grafica per manipolare digitalmente le fotografie che scattavo. Sempre in quegli anni ho iniziato a collaborare con band musicali inizialmente per creare poster e flyer e successivamente grazie al passaparola, anche come grafica per CD booklet. Ciò che mi affascina di più di questo lavoro è la fusione tra arte e musica, le mie due più grandi passioni.

2) Secondo lei, quanto è importante la copertina? Essendo la prima cosa che ci mette a contatto con un album dal punto di vista materiale, quanto è fondamentale il primo messaggio estetico?
Per me il design della copertina è fondamentale. Forse perchè facendo questo lavoro, l’estetica per me è tutto e quindi spesso accade che compro un CD la cui sola copertina mi ispira qualcosa, da questa credo si possa capire molto della band in questione anche prima di ascoltare la loro musica.

3) Che rapporto ha solitamente con gli artisti e i clienti? quali sono le loro domande più frequenti? sono particolarmente attivi in fase di progettazione e realizzazione della grafica?
Solitamente le band che mi contattano per avere un mio lavoro come parte integrante della loro musica, mi lasciano libertà totale. Spesso mi viene chiesto di ascoltare i brani e di ricreare ciò che mi suggerisce la mia immaginazione. Ci sono varie tipologie di clienti però: alcuni hanno già delle idee chiare in testa e quindi io divento il mezzo tramite il quale possono realizzare i loro progetti, vogliono dunque seguire tutto il lavoro scrupolosamente. Mi capita invece di avere carta bianca dove il cliente è interessato al lavoro finito e in questo caso non è particolarmente presente durante tutta la fase della realizzazione della grafica.

4) Il contatto con gli artisti avviene tramite gli stessi o anche tramite studi di management?
I vari contatti avvengono sia per un passaparola tra i gruppi ma anche tramite agenzie di booking e management. Oltre questo anche grazie al mio sito internet ( www.damnedinblack.net ) e ovviamente Facebook, che è sempre un grande mezzo dove poter far conoscere il proprio lavoro e scovare potenziali clienti.

5) Solitamente, gli artisti quando le commissionano una copertina, sono influenzati dalle scelte artistico-estetiche da altri album o musicisti?
Si, alcuni gruppi mi mostrano esempi di altre copertine da cui prendere spunto, ma solo per quanto riguarda il concetto o il tipo di effetti grafici e cromie.

6) Per la realizzazione dei suoi lavori, qual’è il suo apporto progettuale/esecutivo? Predilige l’elaborazione analogica o digitale?
Utilizzo principalmente Photoshop, ma anche altri software 3D. Di solito scannerizzo texture da stoffe, metalli, carte, superfici, polaroid, negativi, usandole per ricreare quell’effetto adatto a ciascun lavoro che ho in progetto.

7) Ci sono degli autori o degli artisti digitali in particolare che l’hanno ispirata?
Ammiro particolarmente i lavori di Travis Smith, di genere prevalentemente gotico e horror che sono realizzati a partire dal materiale fotografico che scatta lo stesso Smith, rielaborato digitalmente.

8 ) A che cosa ha portato la sua crescita dal punto di vista di notorietà e riconoscimento e come vede il futuro in questo ambiente?
Negli ultimi anni ho ricevuto svariate proposte di collaborazione da gruppi metal, modelle, tatuatori e agenzie di booking e tutto ciò mi rende orgogliosa del mio lavoro che continuo a fare con passione da tempo. Ho scoperto molti grafici e fotografi validi in questi anni, certo ognuno ha il proprio stile e quindi anche il pubblico ha una vasta scelta. Però devo ammettere che parlando con molti clienti non proprio soddisfatti dal modo di lavorare di altri colleghi, ho notato che sul mercato ci sono troppe persone che si improvvisano grafici che non hanno mai studiato grafica o che non hanno mai creato lavori utilizzando gli strumenti adatti e le conoscenze specifiche per fare questo lavoro. E i risultati purtroppo si vedono, e io lo noto immediatamente. Come in tutti i lavori, cerchiamo di affidarci sempre a persone che non solo fanno questo da tempo, ma anche con le conoscenze e i mezzi adatti che questo tipo di attività richiede. Sembra facile ma in realtà, se si lavora bene, sarà pesante ma il tutto porta molte soddisfazioni!

About Federica

www.damnedinblack.net

View all posts

Share this!

Intervista – Fabio Subscribe to our RSS feed. Tweet this! StumbleUpon Reddit Digg This! Bookmark on Delicious Share on Facebook